martedì 28 agosto 2012

Yogasutra di Patanjali

Ricevo e volentieri pubblico.
A Enzo:

Yoga è una disciplina, ma si può definire a buon diritto una scienza, consolidata attraverso l’esperienza di migliaia di ricercatori, asceti, mistici, monaci, eremiti, studiosi.
Una scienza di portata immensa, che tocca tutti gli aspetti della personalità umana.
L’insegnante di yoga che non conosce i testi classici dello yoga è come un insegnante di letteratura che non conosce le opere di Omero, Dante e di Leopardi.

mercoledì 8 agosto 2012

Vogliamo confrontarci su questo testo? Commentalo ed io farò altrettanto.


"Un guerriero della luce fa sempre qualcosa fuori del comune. Può ballare per la strada mentre si reca al lavoro, guardare negli occhi uno sconosciuto e parlare di amore al primo incontro o difendere un'idea che può sembrare ridicola. I guerrieri della luce si permettono simili cose.
Egli non ha paura di piangere per antiche pene, o di gioire per nuove scoperte. Quando sente che è giunto il momento lascia tutto e parte per l'avventura tanto sognata. Quando capisce di essere al limite della resistenza, abbandona il combattimento, senza colpevolizzarsi per aver fatto un paio di follie inaspettate.
Un guerriero della luce non passa i giorni tentando di rappresentare il ruolo che altri hanno scelto per lui. I guerrieri della luce hanno sempre un bagliore nello sguardo.
Essi vivono nel mondo... fanno parte della vita di altri uomini e hanno iniziato il loro viaggio senza bisaccia e senza sandali. In molte occasioni sono codardi. Non sempre agiscono correttamente.
Soffrono per cose inutili, assumono atteggiamenti meschini e a volte si ritengono incapaci di crescere. Sovente si credono indegni di qualsiasi benedizione o miracolo.
Non sempre sono sicuri di ciò che stanno facendo. Molte volte trascorrono la notte in bianco, pensando che la loro vita non ha alcun significato.
Per questo sono guerrieri della luce. Perché sbagliano e perché si interrogano. Perché cercano una ragione e certamente la troveranno.
Il guerriero della luce non teme di sembrare folle."
Paulo Coelho