Pranayama percettivo


Percepisci
Usando i sensi e la mente 



Puoi eseguire questa semplice pratica (stadio 1) davanti alla finestra aperta o direttamente all'aperto.
Quando avrai familiarizzato con questa pratica potrai passare a stadi più avanzati.


Unisci i palmi delle mani davanti al petto:

Questo modo di tenere le mani realizza la convergenza delle due metà del corpo al centro del petto; potrai sentire un leggero calore svilupparsi tra i palmi delle mani.
Questo gesto è un modo focalizzato ed equilibrato per preparare l'esperienza sensoriale spontanea.
Senti di essere nella tua miglior forma recettiva, centrato/a sul cuore, pronto/a a recepire qualsiasi cosa possa accadere.


Eecuzione

Puoi eseguire seduto/a in qualsiasi modo oppure in piedi, sistema le spalle, il collo e la schiena nel modo migliore.
Chiudi gli occhi.


MENTE
Prendi contatto con lo spazio virtuale che sta davanti agli occhi chiusi e prova a capire se stai pensando a qualcosa oppure no.
Esegui per tre respirazioni.
Alla fine dei tre respiri ripeti mentalmente per una volta il nome della stagione corrente.


UDITO
Prendi in considerazione il tuo senso dell'udito ed usalo come se fosse un radar che gira intorno alla ricerca di suoni.
Prova a percepire i suoni che trovi senza pensare a chi li emette, considerando quei suoni come pure vibrazioni sonore, evitando l'associazione con l'immagine di chi li produce.
Esegui 3 respirazioni; durante la prima respirazione fai girare il tuo radar uditivo vicino a te, durante la seconda respirazione fallo girare a media distanza, durante la terza respirazione fallo girare lontano da te.


TATTO
Prendi in considerazione la pelle di tutto il tuo corpo e percepisci le sensazioni che ti manda.
Esegui per tre respirazioni.
Durante la prima respirazione prendi contatto con tutta la tua pelle, durante la seconda respirazione percepisci lo stato della pelle coperta dagli indumenti, durante la terza respirazione percepisci i segnali provenienti dalla pelle esposta all'aria.


GUSTO
Prendi contatto con la superfice della lingua e senti qual'è il gusto che hai in bocca.
Esegui per tre respirazioni.


OLFATTO
Prendi in considerazione il tuo senso olfattivo ed ogni volta che inspiri arriccia il naso come fanno gli animali per sentire meglio quale profumo od odore c'è nell'aria.
Mantieni la consapevolezza del tuo apparato olfattivo provando a distinguere tra odori, profumi, umidità ed altro presenti nell'aria.
Usa solo il tuo fiuto, evitando di fare associazioni mentali con chi produce quei profumi od odori.
Esegui 3 respirazioni.


VISTA
Apri gli occhi e guarda, prova a farlo senza pensare, ovvero usa solo gli occhi.
Gli occhi vedono "solo" i colori e le forme, tutto il resto è mentale.
Per esempio, se vedi delle foglie e dei rami la mente ti suggerisce di pensare ad una pianta; prova ad usare solo gli occhi, che vedono "solo" forme e colori.
Esegui 3 respirazioni.
Durante il primo respiro muovi gli occhi per guardare vicino, durante il secondo respiro guarda un pò più lontano, durante il terzo respiro guarda ancora più lontano.


Concludi chiudendo gli occhi e facendo un respiro ampio.


NOTE
Maggiori benefici se pratichi ogni giorno, al mattino ed alla stessa ora.
In termini yogici questa pratica ha contenuti integrati riguardanti il pranayama (intervento energetico), il pratyahara (lo studio dei fenomeni connessi al contatto dei sensi con i loro oggetti) ed il dharana (la concentrazione).


BENEFICI
Questa pratica permette di purificare i sensi e la mente procurando rapidità e chiarezza nel loro uso; permette di sperimentare il realismo esistenziale, la calma, la prontezza mentale e l'equilibrio.


Buona pratica!


A cura del centro studi yoga "Garuda Ashram".